Curiosità, spiagge e location in italia per le tue vacanze
Castello Di Gradara Vacanze Marine

Il Castello di Gradara: il luogo d’amore di Paolo e Francesca

Nella provincia di Pesaro e Urbino si trova un luogo magico e senza tempo, il Castello di Gradara.

Conosciuto per il suo fascino Medievale e per essere stato lo scenario di una delle storie d’amore più famose e tragiche della storia.

Il Castello di Gradara: un luogo d'amore

Una roccaforte imponente al confine tra Emilia Romagna e Marche che si eleva a 140 m sul livello del mare e dalla quale è possibile ammirare un panorama unico.

Il comune di Gradara conta meno di 5.000 abitanti che hanno la fortuna di vivere in un contesto fiabesco contraddistinto dall’affascinante atmosfera Medievale.

Conosciuto per la storia d’amore di Paolo e Francesca, una vicenda dai risvolti tragici resa immortale da Dante Alighieri che ne scrive nel V Canto dell’Inferno della Divina Commedia.

Torniamo indietro nel tempo, siamo nel 1275 e il Signore di Ravenna decide di dare in sposa sua figlia, Francesca, a Giovanni Malatesta detto “lo zoppo”.

Francesca è una fanciulla aggraziata e di rara bellezza e suo padre, Guido da Polenta, è consapevole del fatto che il solo vedere il suo promesso sposo prima delle nozze combinate le farebbe fare un passo indietro, rifiutando di sposarlo.

Così i Signori di Rimini e Ravenna decidono di ingannare la povera donzella e mandano a Ravenna un altro uomo che sposerà Francesca per conto di Giovanni “lo zoppo”.

In questo modo lei a fatti compiuti non potrà far altro che accettare a malincuore la situazione.

Colui che viene mandato alle nozze è Paolo detto “il bello”, fratello di Giovanni, un ragazzo affascinante e gentile.

Il giorno delle nozze Francesca è entusiasta ma la disperazione la pervade quando scopre l’inganno.

L’inizio della tragedia al Castello di Gradara

La povera Francesca si dovette adattare alla sua sfortunata situazione, ebbe una figlia e cercò di vivere nel migliore dei modi.

Paolo le faceva spesso visita e ben presto si accorse di quanto avesse sbagliato a prendere parte alla vicenda.

I due si innamorarono perdutamente durante i loro incontri segreti tra le mura del Castello.

Purtroppo uno dei fratelli di Paolo sorprese i due innamorati e lo comunicò prontamente a Giovanni.

Quest’ultimo andò su tutte le furie e un giorno, anziché recarsi a Pesaro come ogni mattina, decise di utilizzare un passaggio segreto per accedere alle camere di Francesca e fu così che colse i due insieme.

Marche in immagini

Giovanni accecato dalla gelosia mise mano alla spada, Paolo cercò di sfuggirgli passando da una botola nascosta ma un lembo dei suoi indumenti rimase impigliato in un chiodo, Francesca cercò di difenderlo e i due innamorati finirono per essere trafitti entrambi.

Morirono insieme così come avrebbero voluto passare la loro vita, Dante decise di farli vagare in eterno all’Inferno per via dei loro peccati, ma pur sempre uno a fianco all’altro.

Oggi moltissimi innamorati si recano in visita al Castello di Gradara sentendosi vicini alla coppia sfortunata, percorrendo le strade e visitando le sale in cui si è consumato prematuramente l’amore tra due personaggi che altro non chiedevano se non di stare insieme.

Motivo per cui Dante, mosso dalla pietà, decide di tenerli uniti pur essendo entrambi colpevoli di un peccato che viene condannato.

|Sponsorizzato

Visitare il Castello di Gradara

Una meravigliosa testimonianza architettonica militare che risale al XIV secolo, le famiglie che lo abitarono nel tempo lo abbellirono adornando le sale con opere d’arte.

È possibile visitare 14 stanze che lasciano a bocca aperta per la loro bellezza suggestiva.

Gli itinerari di questa roccaforte comprendono i luoghi d’amore di Paolo e Francesca e i sottosuoli di Gradara.

Imponente la Torre del Mastio con la sua struttura militare che padroneggia sul castello e su tutta la cinta muraria.

Nata per esigenza belliche e difensive come rocca viene poi utilizzata come residenza privata dagli Sforza e successivamente dai Malatesta.

Il complesso è formato da un quadrilatero con torri angolari, dalle mura di cinta con torri merlate, dai ponti levatoi e dai fossati circostanti.

Per immergersi nella natura si potrà percorrere il Sentiero di Paolo e Francesca denominato La Passeggiata degli Innamorati: all’inizio del borgo si trova un cartello che indica la via da percorrere per poter ammirare il paesaggio e il castello da diverse angolazioni.

L’accesso al borgo storico è contraddistinto dalla cosiddetta Torre dell’Orologio dove passando sotto ad un arco si potrà visitare ogni angolo intorno al Castello di Gradara.

Il borgo sembra ergersi nascosto nell’alto della sua collina, a pochi chilometri da Pesaro, si staglia imponente all’orizzonte dominando su tutto il territorio.

Si tratta senza dubbio di un luogo da visitare sia per l’interesse storico sia per quello architettonico.

Potrebbe interessarti
Condividi questo post